Spesometro Open Source per .NET

apologies, this post is about an Italian open source release, so it’s going to be in Italian

Spesometro.NET è un nuovo progetto open source che ho rilasciato con la mia azienda. Si tratta di un package .NET che permette di leggere, scrivere e convalidare lo Spesometro o, come è chiamato formalmente, la Comunicazione delle Fatture Emesse e Ricevute.

Si tratta di un adempimento che in tempi recenti, per ragioni che non è il caso di affrontare in questo articolo, ha causato grosse difficoltà sia ai fornitori di soluzioni software che, e soprattutto, agli utenti finali di dette soluzioni.

Vista la nostra attività, anche noi ci siamo trovati subito in prima linea, schiacciati tra l’incudine (l’aspettativa di migliaia di piccole aziende che usano il software Amica) e il martello (le scadenze incalzanti e i problemi tecnici imposti dalla Pubblica Amministrazione). Non senza difficoltà siamo riusciti a consegnare la soluzione una settimana prima della scadenza ufficiale (alla quale sono seguite diverse proroghe, ma questa è un’altra storia).

Come già fatto in passato per la Fattura Elettronica, anche per questo progetto abbiamo deciso il rilascio con licenza open source. Potete contribuire al codice, aprire ticket laddove necessario, installarlo ed usarlo nelle vostre applicazioni. In questo articolo vediamo come usarlo.

Caratteristiche di Spesometro.NET

Il package mette a disposizione una classe Spesometro che rappresenta per intero il tracciato ufficiale dello Spesometro 2017. Una istanza di questa classe può essere usata per leggere, modificare e salvare un file spesometro conforme allo standard. E’ anche disponibile una intera collezione di validatori che consentono di certificare che lo Spesometro sia conforme alle regole di convalida ufficiali.

Spesometro.NET è rilasciato una licenza libera BSD ed è NetStandard 2.0, cosa che consente di utilizzarlo su un ampio numero di piattaforme.

Come usare Spesometro.NET

Sul repository su GitHub troverete una semplice applicazione NetCore di esempio. La stessa è anche disponibile nel README a corredo. esempio. Qui ne ripercorriamo le caratteristiche principali.

Leggere uno spesometro già esistente è semplice quanto leggere un qualunque file XML:

Una volta caricato uno spesometro possiamo manipolarlo liberamente. Qui aggiungiamo alle fatture emesse un committente (cliente) con una nostra fattura emessa nei suoi confronti.

I validatori consentono di assicurarsi che le proprietà siano impostate correttamente rispetto alle regola di convalida previste dallo standard.

Infine, salvare lo spesometro su file un XML conforme alle specifiche della PA è banale:

Ricordo che il file così creato dovrà essere firmato digitalmente prima di poter essere consegnato, pena il rigetto. Per quanto riguarda il nome del file, va rispettata una convenzione. Il file avrà sempre un nome costruito questo modo: IT<codicefiscaleazienda>_DF_<progressivounivoco>.XML. Il codice univoco di presentazione può essere numerico o alfanumerico, e deve sempre essere di cinque caratteri. Un esempio potrebbe essere: IT01180680937_DF_00001.XML. Le lettere devono essere sempre maiuscole, altrimenti il file verrà scartato.

Installazione

Spesometro è un package NuGet quindi tutto quel che serve è eseguire Install-Package Spesometro dalla Package Console o dalla command line, oppure usare il comando equivalente in Visual Studio.

Conclusioni

Rilasciare il progetto Fattura Elettronica con licenza open source si è rivelata una ottima iniziativa e, viste le difficoltà in cui molti si trovano con lo Spesometro, crediamo e speriamo di fare cosa buona e giusta anche con questo secondo rilascio. Come al solito non esistate a mettervi in contatto per qualunque suggerimento, consiglio, o problema riscontrato.

PS: nota a margine, anche Fattura Elettronica è stato aggiornato. La versione 0.7 è su nuget, ed è anch’essa NetStandard compatibile.

Join the newsletter to get an email alert when a new post surfaces on this site. If you want to get in touch, I am @nicolaiarocci on twitter.