Piccolo Libro di MongoDB

Il Piccolo Libro di MongoDB è la traduzione autorizzata di The Little MongoDB Book di Karl Seguin.

MongoDB è un database NoSQL open source, facilmente scalabile e ad alte prestazioni. Mantiene alcune similitudini coi database relazionali il che, a mio avviso, lo rende un’ottima scelta per chi si sta avvicinando al mondo NoSQL. Il Piccolo Libro è stato scritto proprio per questo tipo di lettore, ma soddisferà senz’altro anche l’esperto che vuole saperne di più su Mongo. Non lasciatevi ingannare da facilità d’uso e giovane età: MongoDB è in grado di soddisfare anche i palati più esigenti.

Note sulla traduzione

Per garantire la coerenza del testo rispetto al tutorial interattivo online sviluppato dall’autore del libro, i nomi di database, collezioni, documenti e campi degli esempi sono stati mantenuti in lingua originale. Vi invito a segnalarmi qualunque errore di traduzione, battitura o impaginazione (ce ne sono di sicuro). Poiché il sorgente è su GitHub potete apportare e proporre voi stessi le correzioni, via pull-request. Ci terrei a migliorare la qualità del prodotto, anche e soprattutto grazie alla vostra collaborazione.

Seconda edizione

La traduzione Italiana è ora allineata alla seconda edizione inglese ed a MongoDB 2.6. Questa edizione include una introduzione al Aggregation Framework e, tra le altre cose, l’aggiornamento di tutti i link di approfondimento.

Download

Il Piccolo Libro di MongoDB è disponibile in tre formati: PDF, ePub, mobi.

Il Piccolo Libro su Goodreads

Il libro è su Goodreads. Se volete aggiungete commenti e/o valutazioni contribuendo così alla sua diffusione – Grazie.

MongoDB in Italia

Fino ad oggi MongoDB non si è diffuso granché nel nostro paese e credo che una delle cause sia  proprio la mancanza di risorse in lingua italiana. Purtroppo in Italia la barriera linguistica è ancora un grande ostacolo alla diffusione di quella conoscenza condivisa che, grazie alla rete, è sempre più diffusa a livello globale. Mi auguro davvero che Il Piccolo Libro di MongoDB contribuisca alla diffusione di Mongo anche dalle nostre parti.

C’è voluto un bel po’ di lavoro, ma sono contento di averlo portato a termine.